Duemilalibri 2019 | Più fiori che opere di bene di Annalisa Strada

Nell’ambito di Duemilalibri 2019 l’Associazione “Vivere Crenna”, con il patrocino del Comune di Gallarate – Assessorato alla Cultura, organizza per sabato 23 novembre alle ore 17.30 in Villa Delfina – via Donatello 9/a a Crenna di Gallarate, la presentazione del giallo Più fiori che opere di bene, entrambi di Annalisa Strada. Laura Orsolini scrittrice e titolare della Libreria Millestorie di Fagnano Olona introdurrà il libro e l’autrice.

IL LIBRO | PIÙ FIORI CHE OPERE DI BENE
Clotilde Grossi, detta Clo, è una fioraia che vive a Bergamo, il suo negozio si chiama Ditelo con i fiori e, insieme alle sue conoscenze sul fiore migliore da sfoggiare in ogni occasione, è una grande appassionata di libri gialli, la maggior parte procurati dalla sua amica Nicla Verzetti, la libraia del negozio di fronte. Per questo motivo, Clo non riesce a resistere davanti a ogni notizia di cronaca nera, deve sempre saperne di più. Riesce a trovare, e rubare, preziose informazioni, grazie al suo fidanzato storico, Carlo, che per vivere fa l’impresario di pompe funebri. Un giorno però, nella piazza principale della città, viene ritrovata la testa di un uomo orrendamente sfigurato. Clotilde è tra i primi ad arrivare, ovviamente, e senza pensarci due volte decide di mettersi personalmente in gioco nelle indagini, utilizzando la scusa dei fiori. È così che conosce il commissario Riccardo Leonardi, un uomo dai rari sorrisi, dalle cravatte sgargianti e dall’intuito infallibile, per cui non gli è difficile capire che, per lui, Clo sarà più simile a una spina nel fianco che a una innocente margherita…

L’AUTRICE | ANNALISA STRADA
È nata in provincia di Brescia, dove vive e lavora con il marito e la figlia. Dopo essersi occupata per anni di servizi editoriali, ha scelto poi di dedicarsi assiduamente alla narrativa per ragazzi e all’insegnamento come docente di lettere nella scuola secondaria di primo grado.
Autrice di racconti, ricettari e romanzi, ha pubblicato oltre ottanta titoli, tra i quali: Fino all’ultima mosca, vincitore del Premio Gigante delle Langhe; I mestieri di papà, La Bella Addormentata è un tipo sveglio, Evviva la Costituzione, 1861. Un’avventura Italiana, testo che le è valso Premio letterario Giovanni Arpino. Per Gabrielli editori ha diretto la collana Raccontami una storia. Tra il 2014 e il 2015 ha pubblicato diversi romanzi per ragazzi, in particolare Il rogo di Stazzema, scritto insieme a Gianluigi Spini, e Una sottile linea rosa, opera vincitrice del Premio Andersen 2014 nella categoria ‘libri sotto i 15 anni’. Nel 2016 ha firmato, tra i tanti, Io, Emanuela. Agente della scorta di Paolo Borsellino. Nel 2018 ha vinto il Premio Selezione Bancarellino con Io, Emanuela e il Premio Cento con Io, Emanuela. Nel 2018 ha pubblicato La resistenza dei Fratelli Cervi, scritto con Gianluigi Spini, Topi ne abbiamo, Le Sfate e La Scorpacciata con Dea Planeta (De Agostini).
Più fiori che opere di bene (Harper Collins Italia), uscito a inizio 2019, è il suo primo romanzo per adulti.

sabato 23 novembre | ore 15.30
Villa Delfina | via Donatello 9/a Crenna di Gallarate

Duemilialibri 2019 | La scorpacciata di Annalisa Strada

Nell’ambito di Duemilalibri 2019 l’Associazione “Vivere Crenna”, con il patrocino del Comune di Gallarate – Assessorato alla Cultura, organizza per sabato 23 novembre alle ore 15.30 in Villa Delfina – via Donatello 9/a a Crenna di Gallarate, la presentazione del libro per bambini La scorpacciata, di Annalisa Strada. Laura Orsolini scrittrice e titolare della Libreria Millestorie di Fagnano Olona introdurrà l’autrice.

la_scorpacciata_copertinaIL LIBRO | LA SCORPACCIATA
Iunia e Clelia convivono con un grande fardello: i genitori troppo salutisti. Sono la specie peggiore! Mangiano solo verdurine scondite, brodini insipidi, dolci senza zucchero e bevande non gassate. Per colpa loro Iunia e Clelia non conoscono nemmeno il sapore delle caramelle! In compenso i vicini di casa sono due vecchietti che amano accumulare prelibatezze di ogni genere. Ma nonostante gli occhi desiderosi di Iunia e Clelia, non hanno mai condiviso neanche una piccola glassa. Almeno, fino a quando le ragazzine non rubano il loro cane. Non ci sono dubbi: la guerra è iniziata e Iunia e Clelia non faranno prigionieri.

Annalisa Strada è una delle più importanti e amate scrittrici di letteratura per ragazzi in Italia. Autrice bestseller da oltre 150 mila copie vendute. Tra i riconoscimenti ottenuti vanta il Premio Andersen, il Premio Bancarellino e il Premio Cento.

Al termine dell’evento merenda per tutti i bambini

sabato 23 novembre | ore 15.30
Villa Delfina | via Donatello 9/a Crenna di Gallarate

Presentazione del libro “Riscatto – Una storia d’amore e fabbrica” di Alessandro Principe

Alessandro PrincipeMonologo e presentazione di Riscatto – una storia vera d’amore e fabbrica, di e con Alessandro Principe. Domenica 5 maggio alle ore 17.00 a Villa Delfina, in via Donatello 9/a, Crenna di Gallarate.

IL LIBRO
Dino fa l’operaio in una fabbrica di pavimenti della provincia piemontese. Ha una moglie, un figlio e una sfrenata passione per il suo lavoro. Così, quando l’azienda va in crisi, decide di tentare l’impossibile: comprarla, insieme a pochi compagni che hanno il coraggio di seguirlo. Comincia un’avventura ricca di colpi di scena, sospesa tra il frastuono dei macchinari e il silenzio della campagna, che porta in scena personaggi pieni di umanità. È una storia d’amore, anche, quella di Dino e Ornella: un legame che li porta a rischiare tutto, insieme. Fino a che il destino non si mette di traverso, come un tir sulla neve. Ma, non per questo, la storia perde il suo significato più profondo: l’etica del lavoro e la convinzione che – dopo tutto – ce la si può fare. Tutti i fatti e i personaggi raccontati sono reali.

L’AUTORE
Alessandro Principe è nato a Verona. Vive a Milano dove fa il giornalista a Radio Popolare. Suona la chitarra e ama i Beatles e Vasco Rossi. Ma, ultimamente, ha scoperto il rap, per colpa dei suoi figli. Le cose che gli piacciono meno sono: i pregiudizi, i benpensanti, gli spinaci e i dogmi di qualunque provenienza. Non vuole cambiare il mondo: preferisce parlarci.
L’autore reciterà il monologo tratto dal suo romanzo-inchiesta sull’avventura professionale e umana di Dino, un operaio che ha lottato per realizzare il suo sogno.
Annamaria Inversetti introdurrà l’autore.

L’Agente Speciale Biscia Dorata torna in Villa Delfina per una lezione di yoga

L’associazione Vivere Crenna, in collaborazione con la Libreria Millestorie di Fagnano Olona e con il patrocinio del Comune di Gallarate – Assessorato alla Cultura, propone la lettura animata con una breve lezione di Yoga del libro Agente Speciale Biscia Dorata e il Maestro scomparso di Laura Orsolini e Lorena Pajalunga edito da La Memoria del Mondo editrice.

L’evento si terrà domenica 31 marzo alle ore 15.30 in Villa Delfina, in via Donatello 9/a a Crenna di Gallarate.

L’Agente Speciale Biscia Dorata è tornato e stavolta ci porterà in India a conoscere i bambini della scuola di Yoga di Rishikesh che hanno bisogno di aiuto.
Rientrato dalla sua corsa mattutina, davanti alla porta di casa Biscia Dorata trova un animale che non aveva mai visto prima. È nero, pennuto, col becco giallo. È un merlo indiano che gli chiede aiuto. Il maestro Baba è sparito e i bambini della scuola di Yoga sono rimasti soli. Come farà Biscia Dorata a risolvere il caso?
Un viaggio nella lontana India porterà l’Agente Speciale a compiere una nuova avventura alla scoperta dello Yoga.

Laura Orsolini leggerà la storia del grande ritorno di Biscia Dorata mentre Lorena Pajalunga coinvolgerà i bambini in una lezione di Yoga.
Insieme poi creeranno Biscia Dorata con un calzino. Hai già la tua Biscia? Portala con te, farà Yoga insieme a noi.

Al termine merenda per tutti.

Laura Orsolini è libraia della Libreria Millestorie, consulente editoriale, scrittrice per adulti e per bambini. Insegna Scrittura creativa.

Lorena Pajalunga presidente dell’Associazione Italiana Yoga per Bambini. Scrittrice, docente di Yoga, laureata in scienze dell’educazione con master in Neuroscienze.

Evento gratuito
Prenotazione consigliata al 335.7603449 oppure via email ad anna.locarno@alice.it

Duemilalibri 2018 | Presentazione di “Chiamami sottovoce” di Nicoletta Bortolotti

Nell’ambito di Duemilalibri 2018 l’Associazione “Vivere Crenna”, con il patrocino del Comune di Gallarate – Assessorato alla Cultura, organizza per domenica 14 ottobre alle ore 16.00 in Villa Delfina – via Donatello 9/a a Crenna di Gallarate, la presentazione del romanzo Chiamami sottovoce, di Nicoletta Bortolotti. La scrittrice Laura Orsolini presenterà il libro e l’autrice.

Chiamami sottovoceIL LIBRO | CHIAMAMI SOTTOVOCE
In Svizzera, negli anni Settanta e Ottanta del Novecento, gli emigranti italiani (ma anche spagnoli, greci, portoghesi…) non potevano portare con sé la famiglia. Vigeva una legge severa nei confronti dei lavoratori stagionali stranieri. Poco meno di trentamila bambini italiani, fatti entrare clandestinamente nella Confederazione elvetica dai genitori emigranti, sono stati nascosti in soffitte, abbaini, cantine o seminterrati per non essere scoperti. Lì hanno trascorso gli anni migliori della loro infanzia.
Nicole Christen, originaria di Lugano, ha già passato i quarant’anni, ma si stiracchia ancora nella vita di una trentenne. Abita a Milano, ha un compagno, Giò, che non si decide a sposare, non ha figli, ha un lavoro precario presso una casa editrice dove collabora come illustratrice di libri per ragazzi. Alla morte della madre, insegnante in pensione, Nicole scopre dal testamento di avere ricevuto in eredità una dimora dimenticata, la Maison des roses. Era la casa di Airolo, un paese di montagna alle pendici del San Gottardo, dove aveva vissuto fino al 1976 con la sua famiglia, negli anni in cui suo padre lavorava come ingegnere al traforo della galleria autostradale, prima che si trasferissero a Lugano. In un viaggio a ritroso nel tempo, Nicole vi fa ritorno, e disseppellisce il passato come un fossile, intrappolato fra le rocce della montagna…

L’AUTRICE | NICOLETTA BORTOLOTTI
Nicoletta Bortolotti, nata in Svizzera, vive a Milano e collabora da diversi anni come redattrice, copy editor e autrice presso una grande casa editrice. Incontra studenti nelle scuole di tutta Italia. Ha pubblicato, fra gli altri, i libri per ragazzi Sulle onde della libertà (Mondadori), finalista al premio Bancarellino e vincitore del premio Comoinrosa, In piedi nella neve (Einaudi Ragazzi), finalista al premio Bancarellino, vincitore del premio Il Gigante delle Langhe e del premio Letteratura Ragazzi Cassa di Cento, Oskar Schindler Il Giusto (Einaudi Ragazzi), vincitore del premio Città di Cattolica, e La bugia che salvò il mondo (Einaudi ragazzi). Per adulti ha pubblicato Neomamme allo stato brado (Baldini & Castoldi Dalai), Il filo di Cloe (Sperling & Kupfer) ed E qualcosa rimane (Sperling & Kupfer), vincitore del premio Leonforte (Università di Catania) e del premio Carver.

Con il patrocinio del Comune di Gallarate – Assessorato alla Cultura

Domenica 14 ottobre 2018 | ore 16.00
Villa Delfina | Via Donatello 9/a Crenna di Gallarate

Io e il mio cane | Videoproiezione e presentazione libro fotografico

L’associazione Vivere Crenna organizza per sabato 9 giugno alle ore 21.00 in Villa Delfina, a Crenna di Gallarate, la serata Io e il mio cane, con videoproiezione e presentazione del libro fotografico Speriamo che sia cane, di Giancarlo Nazari, fotografo ed esperto di cani, allievo dell’etologo Danilo Mainardi.

IL LIBRO | Speriamo che sia cane

Il libro, edito da Pubblinova Edizioni Negri, si colloca in una particolare “terra di mezzo” tra la guida destinata ai proprietari desiderosi di comprendere al meglio il loro quattro zampe e l’analisi personale e diretta del coinvolgente e multiforme rapporto tra il cane e l’uomo. Ricco di immagini e con testi brevi e concisi (ma non per questo puramente didascalici), propone una serie di stimoli destinati, nelle intenzioni dell’Autore, a far sì che la convivenza tra due specie vicinissime per quanto riguarda i meccanismi della vita sociale, eppure con storie evolutive decisamente diverse, sia soddisfacente per entrambi gli attori. Quindi è opportuno partire “con la zampa giusta” nella scelta del cane destinato ad accompagnarci per tutto il tempo (purtroppo breve) della vita in comune, nell’educazione (anche nostra) e nella proposta delle attività sostitutive del lavoro che un tempo il cane svolgeva e oggi non sono più necessarie.

L’AUTORE | Giancarlo Nazari

Formazione scientifica di base come chimico, alla quale ha fatto seguito la laurea in Biologia all’Università di Parma alla scuola di Danilo Mainardi. Interessi nel campo della fotografia quando ancora si lavorava nel buio della camera oscura e non davanti allo schermo del computer. Esperienze di lavoro come ricercatore nella maggiore industria chimica italiana degli anni Sessanta e Settanta, poi di docente e di giornalista, autore o curatore di numerosi libri riguardanti la natura e la fotografia. Infine, l’impegno nel volontariato e nell’associazionismo cinofilo. Un insieme di attività solo apparentemente contraddittorie, perché in ciascuna di esse Nazari ha portato quell’approccio interdisciplinare che, se da un lato sacrifica la “specializzazione” fine a sé stessa, dall’altra permette di godere di quella visione globale senza la quale la realtà rischia di apparire ad una sola dimensione.

Con il patrocinio del Comune di Gallarate | Assessorato alla Cultura

Presentazione del libro “I tesori del fiume” di Marco Colombo e videoproiezione

I tesori del fiumeL’Associazione “Vivere Crenna” organizza per sabato 18 novembre 2017 alle ore 21.00 in Villa Delfina – via Donatello 9/a a Crenna di Gallarate – la presentazione del libro I tesori del fiume di Marco Colombo, naturalista, fotografo e divulgatore scientifico, con videoproiezione delle foto pubblicate insieme ad altre foto dell’autore.

IL LIBRO | I tesori del fiume

I tesori del fiume è un’ode alla biodiversità delle acque dolci. Attraverso racconti di campo, dati scientifici e immagini inedite, vengono esplorati gli ambienti tra i più preziosi e minacciati d’Italia, dalle sorgenti d’alta quota alle lagune costiere, passando per ruscelli, fiumi e grandi laghi. Granchi, gamberi, spugne, larve di insetti nascosti tra la vegetazione del fondo; mitologiche lamprede; una grande varietà di pesci autoctoni e rarefatti; rospi e tritoni durante il periodo riproduttivo, l’elusivo proteo delle grotte sotterranee, bisce che catturano prede di grandi dimensioni; uccelli limicoli impegnati nelle loro frenetiche attività nel fango, cervi e lupi all’abbeverata. Per realizzare le immagini, ore di sessioni nel ghiaccio d’alta quota, nel fango dei grandi laghi oscuri e nella corrente impetuosa dei corsi d’acqua più grandi del nostro Paese. Il libro, edito da Pubblinova Edizioni Negri, è realizzato con il supporto tecnico di Isotecnic, ESA Worldwide e MaGear.

Dalla prefazione del Dr. Alex Mustard, biologo marino e fotografo: “Marco ha accumulato un enorme sapere dai libri, anche durante gli studi accademici, ma in maniera altrettanto importante ha imparato da una vita spesa all’aperto, ponendo tutti i suoi sensi in contatto con la natura. Questa esperienza di campo è l’ingrediente che rende tale portfolio così notevole”.

L’AUTORE | Marco Colombo

Naturalista, fotografo e divulgatore scientifico, ama la natura dall’infanzia e inizia a fotografarla nel 1999, all’età di undici anni. Istruttore di immersione subacquea e guida ambientale AIGAE, è laureato in Scienze Naturali con due tesi di erpetologia. Sue foto, articoli scientifici e divulgativi sono stati pubblicati su diverse riviste del settore; ha scoperto in Sardegna una nuova specie di ragno. Ospite in trasmissioni televisive come LineaBlu e Geo in qualità di consulente, ha curato e collaborato alla realizzazione di alcuni libri, fotografici e di identificazione, oltre a numerose mostre personali e collettive sulla natura italiana. Relatore in numerose conferenze e docente in corsi di fotografia, ha vinto con diverse immagini i principali concorsi internazionali di fotografia naturalistica, incluso il Wildlife Photographer of the Year (2011-2016).

Una selezione di suoi lavori è visionabile sul sito www.calosoma.it

Con il patrocinio del Comune di Gallarate | Assessorato alla Cultura