Duemilalibri 2019 | Più fiori che opere di bene di Annalisa Strada

Nell’ambito di Duemilalibri 2019 l’Associazione “Vivere Crenna”, con il patrocino del Comune di Gallarate – Assessorato alla Cultura, organizza per sabato 23 novembre alle ore 17.30 in Villa Delfina – via Donatello 9/a a Crenna di Gallarate, la presentazione del giallo Più fiori che opere di bene, entrambi di Annalisa Strada. Laura Orsolini scrittrice e titolare della Libreria Millestorie di Fagnano Olona introdurrà il libro e l’autrice.

IL LIBRO | PIÙ FIORI CHE OPERE DI BENE
Clotilde Grossi, detta Clo, è una fioraia che vive a Bergamo, il suo negozio si chiama Ditelo con i fiori e, insieme alle sue conoscenze sul fiore migliore da sfoggiare in ogni occasione, è una grande appassionata di libri gialli, la maggior parte procurati dalla sua amica Nicla Verzetti, la libraia del negozio di fronte. Per questo motivo, Clo non riesce a resistere davanti a ogni notizia di cronaca nera, deve sempre saperne di più. Riesce a trovare, e rubare, preziose informazioni, grazie al suo fidanzato storico, Carlo, che per vivere fa l’impresario di pompe funebri. Un giorno però, nella piazza principale della città, viene ritrovata la testa di un uomo orrendamente sfigurato. Clotilde è tra i primi ad arrivare, ovviamente, e senza pensarci due volte decide di mettersi personalmente in gioco nelle indagini, utilizzando la scusa dei fiori. È così che conosce il commissario Riccardo Leonardi, un uomo dai rari sorrisi, dalle cravatte sgargianti e dall’intuito infallibile, per cui non gli è difficile capire che, per lui, Clo sarà più simile a una spina nel fianco che a una innocente margherita…

L’AUTRICE | ANNALISA STRADA
È nata in provincia di Brescia, dove vive e lavora con il marito e la figlia. Dopo essersi occupata per anni di servizi editoriali, ha scelto poi di dedicarsi assiduamente alla narrativa per ragazzi e all’insegnamento come docente di lettere nella scuola secondaria di primo grado.
Autrice di racconti, ricettari e romanzi, ha pubblicato oltre ottanta titoli, tra i quali: Fino all’ultima mosca, vincitore del Premio Gigante delle Langhe; I mestieri di papà, La Bella Addormentata è un tipo sveglio, Evviva la Costituzione, 1861. Un’avventura Italiana, testo che le è valso Premio letterario Giovanni Arpino. Per Gabrielli editori ha diretto la collana Raccontami una storia. Tra il 2014 e il 2015 ha pubblicato diversi romanzi per ragazzi, in particolare Il rogo di Stazzema, scritto insieme a Gianluigi Spini, e Una sottile linea rosa, opera vincitrice del Premio Andersen 2014 nella categoria ‘libri sotto i 15 anni’. Nel 2016 ha firmato, tra i tanti, Io, Emanuela. Agente della scorta di Paolo Borsellino. Nel 2018 ha vinto il Premio Selezione Bancarellino con Io, Emanuela e il Premio Cento con Io, Emanuela. Nel 2018 ha pubblicato La resistenza dei Fratelli Cervi, scritto con Gianluigi Spini, Topi ne abbiamo, Le Sfate e La Scorpacciata con Dea Planeta (De Agostini).
Più fiori che opere di bene (Harper Collins Italia), uscito a inizio 2019, è il suo primo romanzo per adulti.

sabato 23 novembre | ore 15.30
Villa Delfina | via Donatello 9/a Crenna di Gallarate

Duemilialibri 2019 | La scorpacciata di Annalisa Strada

Nell’ambito di Duemilalibri 2019 l’Associazione “Vivere Crenna”, con il patrocino del Comune di Gallarate – Assessorato alla Cultura, organizza per sabato 23 novembre alle ore 15.30 in Villa Delfina – via Donatello 9/a a Crenna di Gallarate, la presentazione del libro per bambini La scorpacciata, di Annalisa Strada. Laura Orsolini scrittrice e titolare della Libreria Millestorie di Fagnano Olona introdurrà l’autrice.

la_scorpacciata_copertinaIL LIBRO | LA SCORPACCIATA
Iunia e Clelia convivono con un grande fardello: i genitori troppo salutisti. Sono la specie peggiore! Mangiano solo verdurine scondite, brodini insipidi, dolci senza zucchero e bevande non gassate. Per colpa loro Iunia e Clelia non conoscono nemmeno il sapore delle caramelle! In compenso i vicini di casa sono due vecchietti che amano accumulare prelibatezze di ogni genere. Ma nonostante gli occhi desiderosi di Iunia e Clelia, non hanno mai condiviso neanche una piccola glassa. Almeno, fino a quando le ragazzine non rubano il loro cane. Non ci sono dubbi: la guerra è iniziata e Iunia e Clelia non faranno prigionieri.

Annalisa Strada è una delle più importanti e amate scrittrici di letteratura per ragazzi in Italia. Autrice bestseller da oltre 150 mila copie vendute. Tra i riconoscimenti ottenuti vanta il Premio Andersen, il Premio Bancarellino e il Premio Cento.

Al termine dell’evento merenda per tutti i bambini

sabato 23 novembre | ore 15.30
Villa Delfina | via Donatello 9/a Crenna di Gallarate

L’Agente Speciale Biscia Dorata torna in Villa Delfina per una lezione di yoga

L’associazione Vivere Crenna, in collaborazione con la Libreria Millestorie di Fagnano Olona e con il patrocinio del Comune di Gallarate – Assessorato alla Cultura, propone la lettura animata con una breve lezione di Yoga del libro Agente Speciale Biscia Dorata e il Maestro scomparso di Laura Orsolini e Lorena Pajalunga edito da La Memoria del Mondo editrice.

L’evento si terrà domenica 31 marzo alle ore 15.30 in Villa Delfina, in via Donatello 9/a a Crenna di Gallarate.

L’Agente Speciale Biscia Dorata è tornato e stavolta ci porterà in India a conoscere i bambini della scuola di Yoga di Rishikesh che hanno bisogno di aiuto.
Rientrato dalla sua corsa mattutina, davanti alla porta di casa Biscia Dorata trova un animale che non aveva mai visto prima. È nero, pennuto, col becco giallo. È un merlo indiano che gli chiede aiuto. Il maestro Baba è sparito e i bambini della scuola di Yoga sono rimasti soli. Come farà Biscia Dorata a risolvere il caso?
Un viaggio nella lontana India porterà l’Agente Speciale a compiere una nuova avventura alla scoperta dello Yoga.

Laura Orsolini leggerà la storia del grande ritorno di Biscia Dorata mentre Lorena Pajalunga coinvolgerà i bambini in una lezione di Yoga.
Insieme poi creeranno Biscia Dorata con un calzino. Hai già la tua Biscia? Portala con te, farà Yoga insieme a noi.

Al termine merenda per tutti.

Laura Orsolini è libraia della Libreria Millestorie, consulente editoriale, scrittrice per adulti e per bambini. Insegna Scrittura creativa.

Lorena Pajalunga presidente dell’Associazione Italiana Yoga per Bambini. Scrittrice, docente di Yoga, laureata in scienze dell’educazione con master in Neuroscienze.

Evento gratuito
Prenotazione consigliata al 335.7603449 oppure via email ad anna.locarno@alice.it

Castagnata e presentazione libro “L’alba si portò via la notte”

Copertina del libro L'alba si portò via la notte

La tradizionale CASTAGNATA organizzata dall’Associazione “Vivere Crenna” in collaborazione con il Comune di Gallarate – Assessorato alla Cultura, si terrà a Villa Delfina domenica 26 ottobre a partire dalle ore 15.00.

Com’è ormai consueto da qualche anno, al termine della castagnata, alle ore 17.00, verrà presentato un libro di un autore locale.

Se due anni fa “Vivere Crenna” aveva scelto di presentare il libro dedicato alla storia di Crenna, degli autori gallaratesi Fimmanò e Guenzani, e l’anno scorso il libro fotografico di Salvatore Benvenga Gallarate – Luci sulla città, quest’anno, per proseguire sulla linea della valorizzazione di storie e autori locali, è stato selezionato il libro L’alba si portò via la notte, scritto da Laura Orsolini di Fagnano Olona, che narra la storia vera di Teresa, una gallaratese che alla fine degli anni ‘20, per aiutare la famiglia in difficoltà economiche, decide di cogliere al volo un’offerta lavorativa interessante e di trasferirsi in Somalia.
Il romanzo ci restituisce un interessante spaccato della vita quotidiana di quegli anni a Gallarate, prima della partenza della protagonista per l’Africa, e soprattutto nella prima parte rispolvera nei dialoghi fra Teresa e la madre, le sorelle, le amiche, la lingua antica della nostra città per far rivivere un pezzo del passato a chi il dialetto non lo ricorda più o, addirittura, non l’ha mai imparato.

Nel corso della presentazione Mario e Franco Puricelli, che hanno curato la “trascrizione” dei dialoghi dialettali presenti nel libro, leggeranno alcune pagine in dialetto gallaratese tratte dal romanzo.
La prof. Annamaria Inversetti, fondatrice e coordinatrice del Gruppo Lettura Villa Delfina, converserà con l’autrice, mentre il dott. Antonio Giollo, figlio di Teresa, commenterà le foto di famiglia, che ritraggono i momenti salienti degli anni felici trascorsi in Somalia: il matrimonio di Teresa con Mario Giollo, i genitori insieme sulla riva del mare o in compagnia di animali esotici, Teresa con i figli nel cortile di casa insieme agli amici ed altre foto ancora, che faranno da sfondo alla conversazione sul romanzo.

L’AUTRICE
Laura Orsolini è nata il 15 febbraio 1976 a Busto Arsizio. Le piace ballare, stare in mezzo alla gente, insegnare fitness nelle palestre e lavorare nell’azienda di famiglia. Ha un marito che vive un po’ qua e un po’ là, un figlio, una sorella, due genitori straordinari, un nipote che da grande vuole fare il cuoco e tanti zii.
Tortura gli amici invitandoli a cena e rimpinzandoli di risotti e dolci. È fissata con l’idea che prima o poi aprirà una libreria indipendente, con all’interno l’angolo caffè e uno spazio per bambini.
Nel tempo libero legge, testa la qualità dei dolci al cioccolato di tutte le pasticcerie del Varesotto e la notte, invece di dormire, scrive. “L’alba si portò via la notte” è il suo secondo romanzo.